Giorno della Memoria, un pensiero per non dimenticare

  •  
  •  
  •  

ebrei2

In occasione della Giornata della Memoria la redazione di Scaccomatto ha voluto dedicare un pensiero per ricordare il 27 gennaio 1945, giorno in cui i cancelli di Auschwitz furono aperti mostrando al mondo intero gli orrori compiuti nei lager nazisti.

Il razzismo è una vergogna e va denunciato, ma lo sterminio degli ebrei nei campi di concentramento va ben oltre. Ricordare è bene perché simili orrori non si ripetano più.

Mariaelena

Ricordare anche le tragedie contro l’umanità per ricordarsi di far parte tutti di una sola razza, di un solo pianeta, di un solo Padre. Mai più genocidi!

Loretta

I soldati russi nel 1945 liberano il campo di Auschwitz. Ebrei senza cure, nutrimento, senza acqua. Nudi senza vestiti, lasciati lì a morire. Migliaia, milioni di persone. Da non dimenticare.

Teresa

Per non dimenticare…..
Non dimenticare che nel 1945 i russi hanno liberato migliaia di persone: ebrei, zingari, neri, omosessuali, bambini, portatori di handicap. Nel campo di concentramento di Auschwitz tutte queste persone venivano condotte verso la loro morte. Si poteva fare qualcosa? Questo non lo so! Però è certo che è stato il crimine umanitario più grande che ci sia mai stato. La giornata “per non dimenticare” si può e si deve fare, anche se il nazifascismo è ancora presente e non è mai morto.

Gianluca

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code