Il giorno in cui cadde il muro io c’ero

  •  
  •  
  •  

Intervista  a cura di Vladislav Karaneuski ad un cittadino tedesco che viveva a Berlino nei giorni della caduta del muro.

Cosa è successo prima della caduta del muro? Quali erano le sensazioni delle persone che hanno vissuto l’evento?

Nei mesi e nelle  settimane precedenti alla caduta del muro c’era una grande tensione a Berlino, visibile in ognuno di noi. Attraverso i media sentivamo che stava accadendo qualche cosa in seno alla DDR. E così, all’improvviso, abbiamo iniziato a realizzare che i tedeschi della Germania dell’Est si stavano ribellando al regime. É stato di fatto un qualcosa che ci ha preso totalmente alla sprovvista, non avremmo mai pensato che potesse essere possibile.

Cosa è successo quel giorno?

Alcuni di noi sono rimasti a casa a vedere in televisione gli sviluppi della caduta del muro, altri hanno preso la macchina e sono corsi al confine per aiutare, a colpi di picconate, a buttare giù il muro.

Cosa pensa della caduta del muro di Berlino e degli sviluppi della storia successivi all’evento?

C’era una grande gioia nell’aria dopo la caduta del muro e tutti erano molto felici dell’apertura dei confini. E’ stato veramente bello, sorprendente ed emozionante vedere una marea di persone attraversare il confine tra la Germania dell’Est e quella dell’Ovest. Tutti avevano la speranza che la Germania fosse riunificata e che finalmente si potesse mettere la parola fine alla guerra fredda. Si sperava nella pace e nella libertà della Germania e del resto d’Europa. Io personalmente penso che la caduta del muro abbia portato a questo, alla pace. Con quell’evento si è conclusa una guerra insensata. Con l’unificazione poi della Germania si è davvero arrivati a concludere tutte le ostilità che potevano esserci tra i due blocchi della nazione, e lo si vedeva dal modo in cui le persone, provenienti da Est o da Ovest, si approcciavano tra di loro.

Cosa accadde nelle prime fasi della riunificazione?

La Germania di per sé fu riunificata molto velocemente, anche grazie al modello che Berlino offriva a tutto il paese. E poi sicuramente quella nostalgia e quella speranza di rivedere il paese unito ha reso tutto molto più semplice.