Inno alla primavera!

di Rosa Maria Garofalo

 “E’ primavera svegliatevi bambine… ” cantava cosi alla radio Alberto Rabagliati nella sua celebre canzone Mattinata fiorentina.

Una canzone scritta nel 1941, un inno alla vita e all’amore nonostante l’Italia e l’Europa fossero in pieno conflitto.

Il testo della canzone fu scritto da Michele Gualdieri su musica di Giovanni D’Anzi. Inutile nasconderlo, la primavera è la stagione del risveglio, sia in natura sia per gli esseri umani.

Il 21 marzo di ogni anno inizia la primavera che termina il 21 giugno, ma a essere più precisi, la primavera astronomica inizia con l’equinozio di primavera a marzo, quest’anno l’equinozio è stato il 20 marzo 2022 alle 16.33.

Nell’immaginario collettivo la primavera ha ispirato e influenzato poeti, scrittori, pittori, scultori e musicisti.

Il più celebre dipinto dedicato alla Primavera è lo splendido quadro di Sandro Botticelli conservato agli Uffizi di Firenze. Il dipinto mostra nove figure della mitologia classica su un prato fiorito, davanti a un bosco di aranci e alloro. Pur rimanendo misterioso il complesso significato della composizione, l’opera celebra l’amore, la pace, la prosperità.

Per chi volesse godere della visione di questa meraviglia, una tappa a Firenze al Museo degli Uffizi è d’obbligo.

Che dire dei poeti ispirati dalla Primavera?

I poeti, essendo artisti delle parole, hanno musicato con i loro versi la stagione primaverile.

C’è l’imbarazzo della scelta ma qui vogliamo fare una brevissima e istantanea carrellata sulle poesie più famose.

Giacomo  Leopardi con i suoi versi tratti dal Passero solitario:

Primavera dintorno

Brilla nell’aria, e per li campi esulta,

Sì ch’a mirarla intenerisce il core.

Marzo, Cesare Pavese

Io sono Marzo che vengo col vento

Col sole e l’acqua e nessuno contento;

vo’ pellegrino in digiuno e preghiera

cercando invano la primavera.

 Filastrocca di primavera, Gianni Rodari

 Filastrocca di primavera

più lungo è il giorno

più dolce la sera.

Si sveglia la primavera, Ugo Betti

Quando il cielo ritorna sereno
come l’occhio di una bambina,
la primavera si sveglia.

 E che dire della musica ispirata dalla primavera?

Anche qui il ventaglio delle scelte è ampio, ricordiamo le canzoni italiane più conosciute con un piccolo elenco, cosi chi fosse interessato ad ascoltarle le può trovare sulla rete:

  • Mattinata fiorentina
  • Il primo giorno di Primavera, Dik Dik
  • Cervo a primavera, Riccardo Cocciante
  • Maledetta primavera, Loretta Goggi
  • Primavera, Luca Carboni
  • Questa primavera, Pino Daniele
  • Primavera, Marina Rei
  • Primavera non è +, Tiziano Ferro
  • Primavera in anticipo, Laura Pausini
  • Tra due minuti è primavera, Annalisa

Anche la musica classica ha un bellissimo repertorio di pezzi ispirati alla primavera, ne citiamo uno tra i più conosciuti: La Primavera di Antonio Vivaldi.

Concludo con una frase del celebre di Pablo Neruda:

“Potranno recidere tutti i fiori ma non potranno fermare la primavera”.