La Card della speranza: un aiuto dagli USA

  •  
  •  
  •  
La redazione

Il contagio della speranza sembra una dicitura paradossale in questo 2020 in cui la crisi sanitaria, ha prodotto un aumento esponenziale non solo dei malati, ma anche della  richiesta di sostegno economico. Una richiesta che giunge sia dalle fasce di popolazioni già fragili, ma anche di quelle che fino a poco prima riuscivano comunque ad avere una vita decorosa.

Dagli Usa arriva un aiuto. Si tratta di un sostegno economico che giunge da oltre oceano e che “vede impegnate  – ci spiega Emanuele Patrini, Presidente Associazione Volontari Caritas – tre realtà monzesi: La Cooperativa Novo Millennio,  la S. Vincenzo e la Caritas. Il titolo del progetto è:  Contagion of Hope! Contagio della speranza.  Contagio una parola  che spesso crea timore, ma può anche produrre energia, aiuto e speranza generando “contaminazione” fra realtà che sono riuscite a connettersi in una rete che ha potuto raggiungere e sostenere in maniera capillare molte famiglie in difficoltà”.

L’azione di Novo Millennio: la Card per acquisti di prima necessità

Attraverso l’opportunità offerta dai sostegni economici dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID) che gestiti, da CRS (CatholicRelief Services) e Caritas Ambrosiana, sono arrivati a Novo Millennio una  cooperativa sociale di Monza promossa dalla Caritas e aderente al Consorzio Farsi Prossimo, è stato possibile in maniera concreta, portare aiuto a nuclei familiari con la consegna di Card specifiche per l’acquisto di beni di prima necessità.

Questa azione di sostegno è stata possibile non solo grazie alla regia della Novo Millennio, ma anche per l’attivazione delle reti associative territoriali di Monza Brugherio e Villasanta, dove è avvenuta la distribuzione, attraverso la collaborazione delle Caritas Cittadine e delle Conferenze di San Vincenzo De Paoli.

La Card consente di fare acquisti per il valore di 100 €  ed è stata consegnata insieme al pacco alimentare alle famiglie seguite da S. Vincenzo e Caritas.

La card risponde a due necessità:

  • Consentire alle famiglie di poter avere anche alimenti freschi (frutta, verdura, carne, pesce ecc.) in aggiunta agli alimenti che normalmente vengono distribuiti (pasta, legumi, biscotti ecc.) Questo è molto importante per consentire un apporto bilanciato di nutrienti nei pasti
  • Ridare dignità e libertà alle famiglie per poter scegliere cosa acquistare (non facciamo così anche noi? Scegliamo se prendere i biscotti secchi o i frollini, la carne o il pesce, la pasta lunga o corta)

La breve cronaca della gratitudine. Il racconto di  Pier Giovanni Bellomi, Claudia Beltrame e Roberto Arrigoni volontari della  San Vincenzo

In poche righe è difficile riassumere la gratitudine che i volontari della San Vincenzo hanno colto nella consegna delle Cards alle 100 famiglie in difficoltà raggiunte dall’iniziativa Contagion of Hope! Tante famiglie sono segnate da questa emergenza che dalla primavera di quest’anno si sta prolungando lungo un arco di tempo che non riusciamo a definire. Le Cards per le spese sono arrivate a dare sollievo e soprattutto la consapevolezza che nella difficoltà la solidarietà comunica prossimità a chi si sente emarginato. Tra le tante realtà incontrate due ci ricordano le fatiche di questo periodo.

Un volontario della San Vincenzo ci racconta della sorpresa di Maria quando ha ricevuto la telefonata che la informava dell’iniziativa della Caritas e San Vincenzo. La famiglia è in difficoltà: la sua collaborazione domestica presso due famiglie si è interrotta, il marito nell’edilizia fatica a trovare continuità nel suo lavoro, i due figli, che frequentano le scuole primarie spesso si accontentano di un pasto frugale ma cucinato con amore. Maria e il marito sono sempre più preoccupati, attendono di poter tornare al lavoro ma ci hanno informato che in queste settimane i figli a tavola comunicano una felicità contagiosa per tutta la famiglia!

Fatima ha ricordi tragici della sua giovinezza in Egitto e oggi con tre figli piccoli e il marito che fa il pizzaiolo precario, non guarda negli occhi le volontarie della San Vincenzo che spesso, con le giuste precauzioni, la incontrano. La pizzeria dopo la chiusura della primavera ha sospeso nuovamente l’attività, le spese offerte dalle cards donate, portano una nuova luce di speranza nello sguardo di Fatima che ha perso il lavoro di lavapiatti in un ristorante del centro. L’allegria dei figli che incontriamo sulla soglia di casa ci comunicano che la vita continua e che la solidarietà è capace di fronteggiare il Covid-19, usciremo tutti insieme migliori dall’emergenza!

I numeri del progetto

Contagion of Hope!  ha interessato  230 famiglie per un totale di 873 persone che hanno beneficiato della Card. Il valore  erogato è pari a  22.950,00 euro. “Sicuramente  – aggiunge Patrini –  da rilevare è come la collaborazione tra diversi mondi (enti benefici stranieri, cooperativa sociale e associazioni di volontariato) abbia davvero moltiplicato il valore del contributo economico. Quest’emergenza ha sicuramente creato enormi difficoltà a molte persone ma ha anche evidenziato come la collaborazione nella solidarietà sia uno strumento vincente per riuscire a fare interventi incisivi e di qualità.”

 

Se desideri sostenere i progetti della Carita di Monza fai una donazione tramite IBAN IT05F0521620405000000002887 intestato ad Associazione Volontari Caritas Monza – ODV