La Giunta che verrà

di Fabrizio Annaro

Forse si, forse no, ma pare sia imminente l’annuncio della nuova  giunta presieduta dal Sindaco di Monza, Paolo Pilotto. E’ comprensibile che le “numerose” forze politiche, che hanno appoggiato il Sindaco,  ambiscano a ricoprire ruoli di responsabilità.

Altrettanto legittime sono le ambizioni personali di alcuni eletti che sicuramente hanno registrato numerose preferenze.

Credo, però,  sia altrettanto valido,  il criterio che gli Assessori abbiano competenze  ed esperienze professionali tale da offrire le dovute garanzie affinchè  gli elementi programmatici della maggioranza possano essere realizzati.

Lo chiede la città, lo chiedono i cittadini: gli elettori di Pilotto, ma, ne sono convinto, anche quelli che non lo hanno votato, oppure si sono astenuti.

La nuova Giunta è il primo atto, forse il più importante di un Sindaco. Una scelta che ci dirà con chi Pilotto intende realizzare il programma. Certo ci sono i consiglieri,  la società civile, i cittadini. Anche loro potranno offrire il loro contributo.

Siamo in attesa del primo segnale: il cambio di passo, il nuovo ritmo promesso in campagna elettorale. Una nuova fase che  comincia con i nomi dei nuovi assessori. Non ci permettiamo di dar alcun consiglio. Desideriamo, però,  ricordare  due ambiti importantissimi: l’ambiente e la solidarietà.     

La figura che si occuperà in prima persona nel fronteggiare i cambiamenti climatici, l’inquinamento  e  le grandi problematiche legate alla mobilità, dovrà essere all’altezza della situazione. Non ci aspettiamo un “mago”. Siamo consapevoli della complessità e delle numerose difficoltà. Ci attendiamo, però,  piccoli passi che vadano verso una maggiore sostenibilità ed una migliore qualità della vita dei cittadini.

Così pure nel mondo sociale: il Terzo Settore desidera un interlocutore in grado di promuovere una collaborazione che non sia “delegare” alle associazioni e alle cooperative, ma sia un “sentire” insieme, un progettare insieme una vera e valida collaborazione fra pubblico e privato sociale.

I giovani. I dimenticati. A loro occorre un’attenzione specifica e sono convinto che Pilotto dopo anni di esperienza nel mondo della scuola, avrà ben presente questo tema.

Non dimentichiamoci, infine,   che oltre al Sindaco anche noi cittadini siamo chiamati a dare il nostro piccolo grande contributo perchè la nostra città sia all’altezza della sua fama. Un appello che indirizziamo anche alla minoranza.

Buon lavoro Sindaco!