“La Vie” di Marc Chagall in mostra

coq-sur-paris_chagallMarc Chagall. La Vie è il titolo della grande mostra di 266 opere che si terrà dal 25 giugno sino al 13 novembre 2016 al Forte di Bard, principale polo culturale della Valle d’Aosta. La mostra è realizzata dall’Associazione Forte di Bard in collaborazione con la Fondation Marguerite et Aimé Maeght di Saint-Paul-de-Vence, con il Museo Picasso di Münster e il Comitato Chagall di Parigi.

La vocazione poetica dell’arte di Marc Chagall è il tema centrale dell’esposizione che il Forte di Bard dedica al grande artista russo. La mostra prende il titolo dall’imponente olio su tela “La Vie” realizzato nel 1964 (le dimensioni sfiorano i 4 metri per 3), di proprietà della Fondation Marguerite et Aimé Maeght di Saint-Paul-de-Vence, tesoro nazionale francese esposto per la prima volta in Italia, eccezionalmente concesso in prestito in questa occasione ed elemento centrale dell’intero percorso espositivo

«Portiamo per la prima volta in Italia un capolavoro assoluto dell’arte moderna, con l’opportunità unica e credo irripetibile di poterlo ammirare – commenta Gabriele Accornero, curatore e consigliere delegato dell’Associazione Forte di Bard -. Si tratta dell’olio più importante per dimensioni e significato realizzato da Marc Chagall, tesoro nazionale francese. Pensiamo che chiunque debba cogliere questa opportunità per conoscere un’opera così straordinaria, che racchiude in una sintesi sublime i temi più cari al Maestro: gli innamorati, Parigi, l’Esodo, La Bibbia, gli animali, il circo, i fiori, il sole».

Marc Chagall, La Vie - 1964
Marc Chagall, La Vie – 1964

L’opera La Vie riunisce in sé, in maniera visibilmente naturale, la maggior parte dei temi che caratterizzano la produzione artistica di Chagall. I legami riscontrabili fra questo dipinto e i vari temi appartenenti alla sua cultura figurativa invitano a instaurare una relazione dialettica con le altre opere, di tipologia differente, proposte nel percorso di visita. Attraverso questa autobiografia per immagini, il pubblico è invitato ad una nuova lettura di un’opera iconograficamente ricca.

La Bastille
La Bastille – 1953

Marc Chagall si è confrontato con tutte le correnti della pittura moderna, costruendo un itinerario artistico del tutto singolare. Al pari di un artista del Rinascimento, ha sperimentato tutti i generi e tutte le tecniche. È un maestro del colore ed è seguendo questo filo conduttore che la mostra espone, attraverso una scelta ricchissima di opere frutto di prestigiosi prestiti – in tutto 266 tra dipinti, acquerelli, gouaches, litografie, ceramiche, tappezzerie -, la sua visione artistica, quella di un universo riconciliato grazie alla vita, all’amore e all’arte. Esposta eccezionalmente anche l’intera serie delle 105 tavole della Bibbia.

Quai de Bercy
Quai de Bercy – 1954

La fonte alla quale il pennello dell’artista ha attinto le immagini per i suoi dipinti è stata la sua stessa vita, da cui nascono i principali temi iconografici: l’infanzia a Vitebsk; la vita a Parigi; l’amore per Bella e il tema degli amanti; gli animali, un soggetto che Chagall amava molto poiché vi ritrovava la forza dominante del simbolismo; la religione e la comunità ebraica.

L’articolazione tematica della mostra facilita un avvicinamento progressivo all’opera principale, oltre che la comprensione del percorso dell’artista e un approccio sensoriale legato al piacere delle forme, dei colori e della poesia.

Ufficio Stampa
Lifestyle Equipe International

Lascia un commento