Opere d’arte al posto della pubblicità

da Giannella Channel

La città diventa un museo a cielo aperto: la bella idea di un sindaco francese per mitigare la “depressione collettiva” dei suoi concittadini.

Succede a Saint-Dizier, un comune francese dell’Alta Marna di 27mila abitanti. Il giovane sindaco, il 31enne Quentin Brière, ha deciso di rispondere alla “depressione collettiva” con la bellezza. Così ha fatto sistemare una quarantina di manifesti raffiguranti opere d’arte di ogni epoca a ogni angolo della città, anche in prossimità dei centri commerciali, animato dall’idea che in questo momento la gente non ha bisogno di slogan di partito ma di bellezza a profusione. La città si trasforma così in un museo a cielo aperto dove possibile godere delle opere di Van GoghBotticelliManetRenaudinCaravaggioDelacroixKlimtRenoirHokusai e altri geni dell’arte di tutti i tempi.

Il sindaco spiega:

Sorpresa, meraviglia ma anche riflessione, questa campagna è una domanda sulla bellezza che ci circonda e che, oggi, è minata dalla crisi sanitaria e dall’oscurità ambientale che la accompagna. Dietro questa crisi ci sono molti altri mali come la solitudine, l’isolamento o la paura. Abbiamo fatto del nostro meglio per stare con i malati, i mercanti, le persone in difficoltà, ma c’è un’altra cosa contro cui dobbiamo lottare: è l’oscurità e la depressione ambientale che ci abitano. Non baciare più, non avere più convivialità, momenti di condivisione, questo è ciò che è profondamente umano e ne abbiamo bisogno.

Il progetto si chiama La Beauté Sauvera le Monde, come diceva lo scrittore russo Fyodor Dostoyevsky amplificato in Italia dal poeta e sceneggiatore Tonino Guerra. Il costo dell’operazione è di diecimila euro. Ma il sindaco aggiunge altro all’offerta di bellezza di cui vuole inondare i suoi concittadini: concerti flash di musica classica suonata in tutti i parchi della città e versi immortali sulle vetrine dei negozi.

Sui social sono comparsi moltissimi entusiastici commenti di cittadini che plaudono all’iniziativa.

Ma l’attivismo dell’amministrazione comunale non si ferma qui. Da pochi giorni sulla pagina facebook ufficiale della città è stato aperto un casting figuranti per realizzare un video dal titolo “Siamo tutti i umani”. Si cercano persone di ogni condizione per dare vita al progetto. Il Comune di Saint-Dizier sostiene l’agenzia di audiovisivi che intende realizzare questo prodotto.