San Giovanni Battista patrono di Monza

  •  
  •  
  •  
di Fabrizio Annaro

San Giovanni Battista è il Patrono di Monza. A lui è dedicato il Duomo della città. La Storia narra che la regina Teodolinda, ispirata da un sogno, volle far edificare una chiesa da dedicare a San Giovanni Battista, il santo a cui lei si era affidata per diffondere il cristianesimo ai popoli di allora. 

Figlio di Elisabetta e di Zaccaria, Giovanni Battista sceglie di vivere nel deserto sobriamente, annunciare l’arrivo del Messia e battezzare per la remissione dei peccati ed il rinnovamento religioso. La storia del Santo è ripresa nei Vangeli. Battezza Gesù, predica la conversione. Non teme di sfidare il potere. Rimprovera Erode che lo farà incarcerare e poi ne deciderà il terribile martirio con la decapitazione. La vita di San Giovanni è stata rappresentata  dai più grandi pittori. Bellissime le tele a lui dedicate dal Caravaggio e da altri artisti.

Colpisce anche la straordinaria umanità del Battista che si manifesta in diverse occasioni ed in particolare quando il dubbio assale il Santo. San Giovanni, raccontano i Vangeli, invia due dei suoi discepoli per chiedere a Gesù se sia lui veramente il Messia. Famosa la risposta di Gesù: ” i muti parlano, i ciechi vedono, i sordi sentano ed ai poveri è annunciata la lieta notizia”. Da quel momento il Battista prende un’importante decisione: “io devo diminuire, il Cristo deve crescere”. Una scelta che “mortifica” il proprio “io” per dare spazio ad un qualcosa di più grande. Un invito più che mai attuale in tempi in cui l’ego la fa da padrone.

A Monza lo stesso giorno si consegnano i Giovannini d’oro. Quest’anno sono stati premiati Giorgio Fustinoni giocatore di basket scomparso recentemente, Annamaria Pagnoni una delle prime donne medico in città, Orazio Ferro medico del San Gerardo,  Domenico De Falco ex senzatetto oggi chef, l’Associazione Il Veliero.

Niente fuochi d’artificio in Villa Reale. Questo, invece,  il programma degli eventi. 

Ore 20.30 –  portici dell’Arengario – Piazza Roma

Concerto IL PIANOFORTE BEN TEMPERATO

un percorso pianistico a tre tappe al pianoforte:

Classico  – ore 20.30 con Silvia Cattaneo

Jazz – ore 21.30 con Marie Kruttli 

Tango – ore 22.30 con Alessandra Gelfini e Juan Rivero – 4 mani a cura di Musicamorfosi