Siamo tornati a mezzanotte. Tutta colpa di Claudio Batta

  •  
  •  
  •  

DSC1-74_webDalla nostra “redazione speciale” di Inzago  Daniela Gola racconta il monologo di  Claudio Batta e la pièce del   Gruppo Teatrale Intesa.

Tutto è  iniziato domenica 8 giugno, quando alle  19 ci siamo recati a Cassano d’Adda in occasione della festa “Solidarrock” a cui eravamo stati invitati. E così, detto fatto: in compagnia di Tonino, Simone e Giada, oltre ai volontari e operatori, abbiamo trascorso una piacevole serata.

Il “menù” prevedeva cena e spettacolo teatrale; abbiamo iniziato con pizza, salamelle, patatine, coca cola, birra con sottofondo di musica etnica; la serata è poi proseguita con una pièce teatrale del “Gruppo L’Intesa” dal titolo “Miseramente artisti” e, alla fine, un coinvolgente monologo di Claudio Batta dal titolo “Agrodolce”.

l'intesa a solidarrock 2014

La pièce dell’Intesa è stata breve ma intensa e ci ha fatto divertire molto; altrettanto divertente è stato il monologo dell’artista di Zelig Claudio Batta il quale, con nostro immenso piacere, ha partecipato al nostro allegro convivio insieme alla sua compagna. Lo spettacolo di Batta  parlava di “cibo”, dai fast food alle bambine cicciottelle in tutù (le cosiddette “ippopotamine”), la spesa al supermercato dei pensionati (o, per meglio dire, le spese quotidiane dei pensionati…).

E’ stato entusiasmante: Batta si è dimostrato un vero attore, ha saputo coinvolgere il pubblico con le sue esilaranti gag strappando sorrisi e applausi!

A mezzanotte la bella serata ha avuto termine: dopo i vari baci e abbracci con tutti, siamo tornati alla Rsd di Inzago con un ricordo in più e tanta felicità!!!

Daniela Gola

dix-22-640x426
La redazione RSD Simona Sorge di Inzago

Lascia un commento