Un attimo … e la stagione cambia

  •  
  •  
  •  

Foto: Eric JonesUn istante.In quel tempo così breve e labile si compie il solstizio.Succede due volte  all’anno: in estate, il 21 giugno, in inverno, il 21 dicembre. E’ come una nota musicale che dà il via a una sinfonia.

Questo, almeno, è quello che ci piace pensare. Per gli astronomi, per la scienza che si occupa di pianeti, satelliti, stelle, e’ il  momento in cui il Sole raggiunge la sua massima declinazione: in estate ha la sua massima altezza nell’emisfero nord, in inverno, il 21 dicembre appunto, raggiunge la parte più bassa sempre nell’emisfero nord.Per le popolazioni che vivono  nell’emisfero sud, è l’esatto contrario. Una data astronomica  che regola la nostra vita  a prescindere dall’emisfero nel quale viviamo.

Gli scienziati, gli astronomi, parlano di punti solstiziali, ovvero  i due punti dell’eclittica , cioè del percorso apparente che il Sole compie in un anno rispetto allo sfondo della sfera celeste, a 90 gradi dei punti dell’equinozio.

Detta più banalmente,  si tratta di una particolare inclinazione dell’asse terrestre e della rotazione attorno al Sole. Nel solstizio di inverno,  le ore di buio aumentano: per questo si dice che il 21 dicembre è il giorno dell’anno  più corto, al contrario di quanto accade il 21 giugno, il giorno con maggiore luce.

I due giorni di solstizio danno il via a estate e inverno. E le altre stagioni? Gli astronomi parlano di equinozi di primavera e  d’autunno, ovvero  la stessa quantità di luce e  di buio,  di giorno e di notte.

Volete sapere a che ora avverrà  quest’anno il solstizio di inverno? Nella notte tra oggi, 21 dicembre e domani alle 04.48 in punto,  ora di Greenwich .

Daniela Annaro

Lascia un commento